Disposizioni anticipate di trattamento – DAT

Le DAT (disposizioni anticipate di trattamento), conosciute anche come Testamento biologico o biotestamento, sono regolamentate dall’art. 4 della Legge 219 del 22 dicembre 2017, con entrata in vigore il 31 gennaio 2018.

Che cosa sono le DAT

Sono delle disposizioni con le quali una persona maggiorenne (disponente) capace di intendere e volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità ad autodeterminarsi, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte, esprime le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, il consenso o il diniego rispetto a trattamenti diagnostici, scelte terapeutiche, singoli trattamenti sanitari e l’eventuale nomina, con atto scritto, di una persona di fiducia (fiduciario) che la rappresenti nel rapporto con il medico e gli ospedali.

Chi è il fiduciario

E’ quella persona, maggiorenne e capace di intendere e volere, che accetta l’incarico dal disponente di rappresentarlo nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie nel momento in cui il disponente non fosse più in grado di confermare le proprie intenzioni consapevolmente. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo allegato alle DAT.

Nel caso in cui le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. In caso di necessità il giudice tutelare provvede alla nomina di un amministratore di sostegno.

Come esprimere le DAT

La redazione delle DAT può avvenire

  • Tramite atto pubblico o con scrittura privata autenticata, entrambe da redigersi presso un notaio;
  • Tramite scrittura privata sottoscritta dal disponente, da consegnare presso l’Ufficio di Stato Civile del proprio comune di residenza;
  • Tramite scrittura privata da consegnare direttamente presso le strutture sanitarie competenti nelle regioni che abbiano regolamentato la raccolta delle DAT;

Deposito DAT tramite il Comune di Preganziol

Per procedere al deposito delle DAT e all’iscrizione nella Banca dati nazionale è necessario fissare un appuntamento con l’Ufficio dello Stato Civile, telefonando al seguente numero: 0433632290 o inviando e-mail a statocivile@comune.preganziol.tv.it

Le DAT oltre a essere conservate nell’Ufficio dello Stato Civile, salvo diversa indicazione da parte del disponente, saranno trasmesse alla Banca dati nazionale delle DAT , gestita dal Ministero della Salute e attraverso questa saranno rese disponibili, per via telematica, oltre che all’interessato e all’eventuale fiduciario, al medico curante e alle autorità sanitarie.

ATTENZIONE

Le copie delle DAT depositate prima del 1° febbraio 2020 saranno inviate d’ufficio alla Banca dati nazionale entro il 31 luglio 2020. Poiché sono prive di esplicito consenso del disponente, previsto invece per le DAT depositate dopo tale data, lo stesso potrà richiederne la cancellazione con le modalità previste dall’informativa resa ai sensi dell’art. 13-14  del GDPR 2016/679 per il trattamento dei dati raccolti nella Banca dati nazionale per le DAT e pubblicata sul portale del Ministero della Salute.

Informazioni utili per la stesura delle DAT

Le DAT sono redatte in forma libera dal disponente, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte contenute nelle DAT sottoscritte.

L’Ufficiale dello Stato Civile non deve partecipare alla redazione delle DAT, né è tenuto a dare informazioni sul contenuto della medesime: ha il solo compito di riceverle, di registrarle, di conservarle e di trasmetterle, con il consenso del disponente, alla Banca dati nazionale  istituita presso il Ministero della salute.

Maggiori informazioni sulle DAT, e sulla Banca dati nazionale sono disponibili sulla sezione dedicata del sito del Ministero della Salute.

Informazioni utili per il giorno dell’appuntamento

Le DAT devono essere consegnate personalmente dal disponente, allegandole al relativo modello di consegna DEM M07, dopo aver letto l’informativa sul trattamento dei dati del Ministero della Salute e l’informativa sul trattamento dei dati del Comune di Preganziol.

Il fiduciario (se nominato) può accettare l’incarico tramite sottoscrizione del documento contenente le DAT, a cui deve essere allegato l’apposito modello DEM M28 sull’informativa resa ai sensi degli articoli 13-14 del GDPR 2016/679, o in alternativa attraverso la sottoscrizione dell’apposito atto di accettazione nomina DEM M27.

All’atto formale del deposito della DAT l’Ufficiale dello Stato Civile ne rilascia ricevuta al disponente. La ricevuta indica i dati anagrafici del disponente, la data della consegna, il timbro dell’ufficio e la firma dell’Ufficiale ricevente. La ricevuta potrà anche essere apposta su una copia della DAT consegnata che verrà restituita al disponente trattenendo l’originale in deposito.

Le DAT possono essere rinnovate, modificate o revocate in ogni momento, con le medesime forme indicate per la redazione.

Costo:

Il deposito delle DAT e la registrazione sono esenti dell’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Normativa

22/12/2017 LEGGE n. 219 – Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento.
10/12/2019 DECRETO del Ministero della Salute n. 168 – Regolamento concernente la banca dati nazionale destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT).

 

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto