Riconoscimento figlio naturale e nascituro

E’ la dichiarazione di riconoscimento di un figlio naturale, cioè nato da genitori non sposati tra loro. Viene effettuata da parte della madre o del padre o da entrambi al momento della nascita, o successivamente nel caso di figlio naturale già riconosciuto da un solo genitore o figlio di ignoti.

chi

I genitori del bambino.
Il riconoscimento non è consentito ai genitori di età inferiore ai 16 anni.

come e dove

Per effettuare il riconoscimento del figlio naturale o del nascituro i genitori devono recarsi presso:

  • l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza o di nascita del bambino se:
    • il riconoscimento avviene prima della nascita (riconoscimento di nascituro): i genitori devono fissare un appuntamento con l’ufficio di Stato Civile per la stesura dell’atto e presentarsi con un documento d’identità valido e certificato medico che attesta lo stato di gravidanza e le settimane di gestazione. Se il riconoscimento è fatto da un genitore non italiano, ma comunitario o extracomunitario, lo stesso deve produrre all’ufficiale dello stato civile, una certificazione rilasciata dall’Autorità competente del proprio Paese, attestate che la persona ha la capacità di riconoscere un figlio naturale, secondo la legge nazionale a cui appartiene.
    • il riconoscimento avviene contemporaneamente alla denuncia di nascita: i genitori devono recarsi presso l’ufficio di Stato Civile previo appuntamento per la stesura dell’atto di nascita e presentarsi con un documento d’identità valido e con l’attestazione di nascita rilasciata dal personale sanitario che ha assistito al parto.
    • il riconoscimento avviene dopo la denuncia di nascita: i genitori devono fissare un appuntamento con l’ufficio di Stato Civile e presentarsi con un documento di identità valido. Se il riconoscimento è fatto da un genitore non italiano, ma comunitario o extracomunitario, lo stesso deve produrre all’ufficiale dello stato civile, una certificazione rilasciata dall’Autorità competente del proprio Paese, attestate che la persona ha la capacità di riconoscere un figlio naturale, secondo la legge nazionale dello stato a cui appartiene.
  • il Tribunale per i Minorenni se:
  • una donna ha avuto un figlio da persona che non vuole o non può riconoscerlo, può chiedere al Tribunale per i Minorenni di dichiarare l’uomo padre naturale del figlio (attribuzione giudiziale di paternità).
  • Se la madre muore durante il parto, senza aver fatto il riconoscimento di nascituro naturale, il padre o i parenti possono chiedere la dichiarazione giudiziale di maternità al Tribunale per i Minorenni.

informazioni utili

Se il riconoscimento paterno è successivo a quello materno il figlio può aggiungere al cognome della madre quello del padre naturale o sostituirlo con lo stesso con istanza al Tribunale Civile competente per territorio.

torna all'inizio del contenuto