Dichiarazione di nascita

La dichiarazione può essere resa da uno dei genitori, da entrambi i genitori se non coniugati, da un procuratore speciale, dal medico, dall’ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando la volontà della madre che eventualmente non voglia essere nominata.

Dichiarazione di nascita
Consiste nell’iscrizione nei registri dello Stato Civile della dichiarazione di nascita di figlio legittimo o naturale e conseguente iscrizione negli archivi anagrafici; l’interessato si presenta all’ufficio previo appuntamento con un documento di identità personale valido e l’attestazione di nascita rilasciata dal personale sanitario che ha assistito al parto.

Attribuzione del nome
Il nome da imporsi al bambino deve corrispondere al sesso e può essere composto al massimo da tre elementi onomastici anche separati.
Tutti i nomi saranno riportati sia nei certificati di Stato Civile che in quelli anagrafici.

Cittadini Stranieri
I cittadini stranieri devono presentarsi all’Ufficio di Stato civile previo appuntamento con il passaporto o altro documento di identità personale e, se non conoscono la lingua italiana, devono essere accompagnati da un traduttore.
I genitori stranieri al momento della dichiarazione di nascita devono far attribuire al nato il cognome previsto dalla loro Legge nazionale.

Quando:

  • entro tre giorni dalla nascita presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale o Casa di cura in cui è avvenuto l’evento
  • entro dieci giorni dalla nascita, presso l’Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto l’evento o presso il Comune di residenza dei genitori.
    Se i genitori risiedono in Comuni diversi, la dichiarazione può essere resa in uno dei due Comuni, ma l’iscrizione anagrafica sarà sempre presso il Comune di residenza della madre.

Informazioni utili

  • Il medico pediatra che si occupa della salute del tuo bambino fino al 14° anno di vita, dovrà essere scelto fra quelli in elenco presso il Distretto Sanitario – via Gramsci, 1 – Preganziol – telefono 0422.631 311
  • Asili nido comunali
    • in via Bianchin, 35 a Frescada di Preganziol, attiguo alla scuola Materna
    • in via Monte Civetta, a Preganziol

Presso l’Ufficio URP-Sportello Cittadino – Piazza Gabbin 1 – è possibile avere  informazioni su alcuni servizi ed agevolazioni:

  • Assegno di maternità: è una misura di sostegno economico al nucleo familiare e in particolare alla maternità concesso dai Comuni ed erogato dall’I.N.P.S.
  • Assegno nucleo numeroso: è una misura di sostegno economico ai nuclei familiari numerosi concesso dai Comuni ed erogato dall’I.N.P.S.
  • Consegna Pigotte: (bambola di stoffa realizzata artigianalmente), Il Comune ha avviato, in collaborazione con l’UNICEF provinciale un progetto “Per un bambino nato, un bambino salvato”. L’Amministrazione comunale corrisponde un contributo di 20 euro, che sarà impiegato per una vaccinazione completa (morbillo, difterite, pertosse, tetano, tubercolosi e poliomielite) ad un bambino nato in un Paese in via di sviluppo.
torna all'inizio del contenuto