Manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo e trattenimento

  1. Descrizione del servizio
  2. Requisiti del richiedente
  3. Documentazione da presentare
  4. Somministrazione
  5. Costi e modalità di pagamento
  6. Scadenze e Validità
  7. Varie: Circhi e Spettacoli viaggianti
  8. Normativa di Riferimento

1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

La manifestazione temporanea è uno spettacolo pubblico avente durata limitata. Può essere svolta in un locale aperto al pubblico o in un luogo all’aperto. Per dare la possibilità agli stakeholders di disporre della documentazione relativa, di seguito sono riportati, in allegato, il Regolamento per lo svolgimento delle funzioni amministrative concernenti l’attività di vigilanza delle condizioni di solidità e sicurezza dei locali di pubblico spettacolo o trattenimento e delle manifestazioni temporanee approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 48 del 14.10.2015 nonché le direttive inerenti la safety (dispositivi e misure strutturali a salvaguardia dell’incolumità delle persone) e la security (servizi di ordine e sicurezza pubblica) sotto richiamate:

–          Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Segreteria del Dipartimento – Ufficio Ordine Pubblico n. 555/OP/0001991/2017/1 del 07.06.2017 (cd. Direttiva Gabrielli);

–          Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile n. 11464 del 19.06.2017 (cd. Direttiva Frattasi);

–          Ministero dell’Interno – Gabinetto del Ministro n. 11001/110(10) del 28.07.2017 (cd. Direttiva Morcone).

Tutti gli organizzatori di pubblici spettacoli e trattenimento e delle manifestazioni temporanee sono chiamati ad attenersi alle disposizioni su richiamate e a presentare al Servizio Sviluppo Economico la documentazione prevista.

Per l’attività svolta in forma imprenditoriale, la documentazione dovrà essere presentata esclusivamente attraverso il portale telematico www.portale.unipass.gov.it.

Le Associazioni di volontariato senza fini di lucro, pro loco, associazioni culturali, circoli ricreativi, ecc, dovranno presentare la documentazioni al protocollo comunale (cartacea) o attraverso la p.e.c. (posta elettronica certificata):  protocollo.comune.preganziol.tv@pecveneto.it    

IMPORTANTI MODIFICHE AL T.U.L.P.S.: ECCO LA SCIA PER GLI SPETTACOLI fino a 200 partecipanti

Il D.L. 8 agosto 2013, n. 91, ed il testo coordinato con la legge di conversione 7 ottobre 2013, n. 112, hanno visto l’introduzione del comma 8-bis dell’articolo 7 a modifica degli articoli 68, 69 e 71 del T.U.L.P.S. (Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773).

Pertanto è stata introdotta, nel Testo Unico, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) che sostituisce le licenze di pubblico spettacolo e intrattenimento quando ricorrono determinate condizioni. Di seguito riportati gli articoli del T.U.L.P.S modificati.

Articolo 68 1. Senza licenza del Questore non si possono dare in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, accademie, feste da ballo, corse di cavalli, né altri simili spettacoli o trattenimenti, e non si possono aprire o esercitare circoli, scuole di ballo e sale pubbliche di audizione. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all’articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo.

Articolo 69 1. Senza licenza dell’autorità locale di pubblica sicurezza è vietato dare, anche temporaneamente, per mestiere, pubblici trattenimenti, esporre alla pubblica vista rarità, persone, animali, gabinetti ottici o altri oggetti di curiosità, ovvero dare audizioni all’aperto. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all’articolo 19 della legge n. 241 del 1990, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo.

Articolo 71 Le licenze e le segnalazioni certificate di inizio attività, di cui negli articoli precedenti, sono valide solamente per il locale e per il tempo in esse indicati.

2. REQUISITI DEL RICHIEDENTE

Colui che richiede le autorizzazioni di pubblico spettacolo o presenta, nei casi previsti, le SCIA, non deve avere riportato condanne penali ostative allo svolgimento dell’attività previste dall’art. 11 del TULPS (requisito previsto per qualsiasi richiedente) e non deve essere sottoposto alle misure di prevenzione previste dalla vigente normativa antimafia (requisito previsto solo per gli operatori commerciali).

3. DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

Le richieste (non previste o prevedibili in sede di programmazioe annuale – vedi D.G.C. n. 69 del 3.4.2018) devono essere inoltrate dagli organizzatori dell’evento almeno 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione.

La documentazione da allegare obbligatoriamente alle richieste è analiticamente descritta in ciascuno dei moduli da presentare.

Se l’evento viene svolto in area pubblica, contestualmente dovrà essere richiesta la concessione di occupazione suolo pubblico. Per il tariffario rivolgersi all’Ufficio Tributi o reperibile nel sito del Comune.

Contratto con società Contarina S.p.A. giusto art. 42 del vigente regolamento consortile per i servizi di gestione dei rifiuti urbani da produrre prima del rilascio della licenza, potete contattare (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00) il numero verde 800.07.66.11 (solo da telefono fisso, chiamata gratuita), il numero 0422 916500 (da cellulare, chiamata a pagamento) e relativa quietanza di pagamento;

Si ricorda di allegare sempre una copia del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore della richiesta.

3.1  LICENZE DI PUBBLICO SPETTACOLO PER EVENTI SUPERIORI A 200 partecipanti e/o per eventi che si articolano in  PIU’ GIORNATE.

Previo contatto con l’Ufficio Manifestazioni e/o Attività Produttive dovranno essere presentati oltre alla domanda di licenza, gli allegati richiamati nello stessa e ulteriore documentazione di seguito elencata, da produrre almeno 60 gg. prima dell’evento ai fini di convocare la competente C.C.V.L.P.S.   (Commissione Comunale di Vigilanza Locali di Pubblico spettacolo):

Modelli reperibili nella sezione modulistica

  • Domanda comulativa per il rilascio di licenza di pubblico spettacolo-CAPPA80D
  • Documentazione tecnica-CAPPA82D
  • Relazione Tecnica-CAPPA83D
  • Elenco squadra vigilanza-CAPPA88D
  • Scheda B1 attività rumorosa a carattere temporaneo  (vedi Regolamento per la disciplina delle attività rumorose – Tavole Zonizzazione acustica)
  • Scheda di classificazione del rischio
  • Piano di Emergenza (in base alla scheda del rischio) a firma di un tecnico abilitato iscritto nei previsti elenchi
  • Planimetria dettagliata con indicazione degli allestimenti (postazione squadra di emergenza, punto di raccolta, estintori, uscite di sicurezza, accesso pubblico, percorso mezzi di soccorso, postazione di primo soccorso/ambulanza, punto di raccolta, servizi igienici, mezzi di mitigazione, ecc.)
    Note: prescizioni generali per l’allestimento di attrezzature

 3.2  EVENTI FINO AD UN MASSIMO DI 200 PERSONE CHE SI CONCLUDONO ENTRO LE ORE 24 DI UNO STESSO GIORNO – S.C.I.A. – Segnalazione Certificata Inizio Attività

Previo contatto con l’Ufficio Manifestazioni e/o Attività Produttive, dovrà essere presentato modello di S.C.I.A. comprensivo degli allegati richiamati nello stesso e ulteriore documentazione sotto elencata:

Modelli reperibili nella sezione modulistica

  • SCIA per eventi fino a 200 persone-CAPPA40C
  • Dichiarazione tecnica sostitutiva del sopralluogo della C.C.V.L.P.S-CAPPA41C
  • Relazione Tecnica-CAPPA42C
  • Elenco squadra vigilanza-CAPPA88D
  • Scheda B1 attività rumorosa a carattere temporaneo  (vedi Regolamento per la disciplina delle attività rumorose – Tavole Zonizzazione acustica)
  • Scheda di classificazione del rischio
  • Piano di Emergenza (in base alla scheda del rischio) a firma di un tecnico abilitato iscritto nei previsti elenchi
  • Planimetria dettagliata con indicazione degli allestimenti (postazione squadra di emergenza, punto di raccolta, estintori, uscite di sicurezza, accesso pubblico, percorso mezzi di soccorso, postazione di primo soccorso/ambulanza, punto di raccolta, servizi igienici, mezzi di mitigazione, ecc.)
    Noteprescizioni generali per l’allestimento di attrezzature

4. SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE in MANIFESTAZIONI TEMPORANEE

Nel caso che, durante le manifestazioni di pubblico spettacolo o trattenimento, sia prevista la somministrazione di alimenti e/o bevande l’organizzatore avrà cura di presentare la seguente documentazione:

in alternativa alla NOTIFICA (quando previsto)

5. COSTI E MODALITÀ DI PAGAMENTO

Per il rilascio dell’autorizzazione di pubblico spettacolo è richiesta una marca da bollo da € 16,00. Una marca da bollo di pari importo deve essere posta nella domanda di rilascio autorizzazione.

Inoltre, nel caso in cui sia necessario convocare la Commissione di Pubblico spettacolo, l’organizzatore dovrà pagare l’importo di complessivi €. 94,00 (€ 74,00 partecipazione a commissione comprensiva del sopralluogo, € 20,00 spese di trasferta) da versare alla competente ULSS 2 Marca Trevigiana con le seguenti modalità:

-c/c postale n. 11208311, intestato a Az.ULSS 2 Treviso, Dipartimento di Prevenzione – Serv. Tes., (Codice IBAN IT55J0760112000000011208311)
Causale: partecipazione ULSS commissioni esterne (DGR 1251/2015)

Le S.C.I.A. sono esenti da marca da bollo e da ulteriori diritti.

DIRITTI SANITARI:

a) Le nuove manifestazioni in cui avvengono la preparazione e la somministrazione di alimenti, oltre alla “s.c.i.a. per somministrazione temporanea di alimenti e bevande”, sono soggette alla presentazione della Notifica ai fini della registrazione Sanitaria.

b) Le manifestazioni temporanee a carattere ripetitivo per le quali:

-sia già stata inoltrata una “notifica ai fini della registrazione” all’AULSS
-non siano intervenuti cambiamenti rispetto alla notifica già effettuata, e sufficiente che l’organizzatore della manifestazione informi, con il modello di “COMUNICAZIONE VARIAZIONI     successive a prima notifica”, le date di inizio e fine della manifestazione, richiamando la precedente registrazione sanitaria.

Pagamento di € 50,00 in caso di nuova attività (prima notifica sanitaria)

Pagamento di €25,00 in caso di:

  • Cambio di ragione sociale/subingresso.
  • Modifica della tipologia dell’attività.

Gratuite in caso di:

  • Cessazione o sospensione temporanea dell’attività.
  • Variazioni di denominazione (che non comportano modifiche di Codice fiscale o Partita IVA).
  • Variazione di residenza del titolare, di sede legale e di Legale rappresentante;
  • Installazione/dismissione distributori automatici;
  • Comunicazioni di manifestazioni temporanee successive alla prima, che avvengono senza modifiche produttive rispetto alla precedente registrazione.

Corresponsione dell’importo

  • versamento nel CCP n. 11208311 intestato a “Az. Ulss 2 Marca trevigiana, Distretto di Treviso – Dipartimento di Prevenzione – Serv. Tes.”, indicando nella causale “SIA – Registrazione imprese” (Codice IBAN IT55J0760112000000011208311).

6. SCADENZE E VALIDITÀ

Come previsto dall’ art. 71 del Tulps, le licenze e le segnalazioni certificate di inizio attività sono valide solamente per i locali o aree aperte al pubblico, e per il tempo in esse indicati.

7. CIRCHI e SPETTACOLI VIAGGIANTI

Il modulo di istanza per l’installazione di circhi o altre attività di spettacolo viaggiante, con i relativi allegati, va compilato attraverso la piattaforma telematica www.portale.unipass.gov.it, a pena di nullità dell’istanza presentata.

8. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

D.G.C. 69 del 3.4.2018-Manifestazioni Temporanee – Programmazione e verifica incolumità e sicurezza

Regolamento attività di vigilanza pubblico spettacolo e manifestazioni temporanee-2015

Regolamento per la disciplina delle attività rumorose approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 72 del 12.12.20111
Tavole Classificazione acustica
Ministero dell’Interno-Dipartimento della pubblica sicurezza… n. 555/OP/0001991/2017/1 del 07.06.2017 (c.d. Direttiva Gabrielli)
Ministero dell’Interno-Dipartimento dei Vigili del Fuoco….. n. 111464 del 19.06.2017 (c.d. Direttiva Frattasi)
Ministero dell’Interno-Gabinetto del Ministro n. 11001/110 (10) del 28.07.2017 (c.d. Direttiva Morcone)
Prefettura di Treviso e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco – Conferenza Provinciale Permanente del 29.08.2017

 

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto