Tutela Paesaggistica

Si avvisano i gentili professionisti che a partire dal 01/02/2020 tutte le pratiche paesaggistiche dovranno essere trasmesse unicamente in modalità telematica.
Da tale data le pratiche presentate in modalità cartacea saranno considerate improcedibili.
I tecnici del settore rimangono a disposizione per informazioni.

Interventi per i quali necessita l’autorizzazione paesaggistica:

Gli interventi edilizi e non, che modificano il paesaggio in zone sottoposte a vincolo paesaggistico, i quali devono essere preceduti dall’acquisizione della relativa autorizzazione paesaggistica (art. 146 del D.Lgs 22 gennaio 2004, n.42).

L’autorizzazione paesaggistica, a seconda del tipo di intervento e dei vincoli ricadenti sulla zona, si distingue nei seguenti procedimenti:

1) Autorizzazione paesaggistica con procedimento semplificato:
per interventi di lieve entità, elencati nell’Allegato B del Regolamento ai sensi del D.P.R. 13 febbraio 2017, n. 31

2) Autorizzazione paesaggistica con procedimento ordinario:
per tutti gli altri tipi di interventi diversi da quelli del punto 1)
(da utilizzare anche per pratiche di condono edilizio)

3) Accertamento di compatibilità paesaggistica:
nei seguenti casi:
a) per i lavori, realizzati in assenza o difformità dall’autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati;
b) per l’impiego di materiali in difformità dall’autorizzazione paesaggistica;
c) per i lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria ai sensi dell’articolo 3 del DPR 6 giugno 2001, n. 380.

Interventi per i quali non necessita l’autorizzazione paesaggistica:

Gli interventi elencati nell’Allegato A del Regolamento ai sensi del D.P.R. 13 febbraio 2017, n. 31, che stabilisce i casi in cui non è richiesta l’Autorizzazione Paesaggistica.

In tutti i procedimenti il Comune deve richiedere obbligatoriamente il parere della Soprintendenza che è vincolante sull’esito finale della domanda.

Le richieste devono essere redatte sugli appositi moduli e trasmesse telematicamente allegando:

  • Documentazione ed elaborati tecnici;
  • Dichiarazione sull’assolvimento dell’imposta di bollo (per le due marche da bollo da € 16,00 – una per la domanda ed una per il provvedimento);
  • Ricevuta del versamento dei Diritti di Segreteria di € 50,00 da effettuare presso la Tesoreria del Comune

 

Telefono:

0422.632294

Orario mattina:

Lunedì dalle 9.00 alle 12.30

Giovedì dalle 9.00 alle 12.30

 

Orario pomeriggio:

Giovedì dalle 15.00 alle 17.30

 

Responsabile del Settore:

 

 

Responsabile del procedimento:

geom. Lucio Baldassa

 

 

arch. Lorena Trevisan

 

torna all'inizio del contenuto